LAGHI ALPINI - MORTIROLO

0
LAGHI VISITATI

La zona del Mortirolo è raggiungibile in automobile dalla Val Camonica, dalla Valtellina e dal Passo dell'Aprica percorrendo le rispettive strade che portano al Passo del Mortirolo. Una deviazione importante per raggiungere quasi tutti i laghi presenti è la strada verso la località Pianaccio che parte poco prima del Passo del Mortirolo versante camuno.

 

 MAPPA GENERALE

LAGO DEL MORTIROLO

0
QUOTA

Piccolo lago situato sotto il versante nord est della Cima Verda, è raggiungibile tramite una carreggiabile che parte poco prima del Passo del Mortirolo sul versante camuno. In prossimità del lago è presente un rifugio raggiungibile anche in automobile con accesso regolamentato. 

LAGHI SEROTI

0
QUOTA MINIMA
0
QUOTA MASSIMA

Gruppo numeroso di laghi che si distribuiscono dalla quota di 2180 m del Lago Seroti Inferiore fino ai 2750 m del Lago Seroti Superiore. Consiglio di partire dalla località Pianaccio seguendo il sentiero 73a fino ad incontrare il segnavia 73 proveniente da Malga Bighera e di procedre poi lungo il segnavia 73. I laghi più grandi sono il Lago Seroti inferiore, il Lago Storto ed il Lago Seroti Superiore. Sicuramente un'escursione lunga ed impegnativa, fotograficamento difficile da gestire in una sola uscita a causa dello sviluppo del percoso e del numero consistente di laghi. Ottimi il Lago Inferiore all'alba e il Lago Superiore al tramonto optando per una nottata in tenda o un lungo rientro in notturna.

LAGHI DI GROM

0
QUOTA MINIMA
0
QUOTA MASSIMA

Siamo in zona Mortirolo, nei pressi della località Pianacci. Ci si incammina da Malga Salina Bassa superando per prati il dosso sopra la malga, ma senza trovare un vero e proprio sentiero. Raggiunte alcune trincee si prosegue costeggiandole fino a quando il sentiero diventa più visibile e marcato. I laghi di Grom sono due: il primo si trova oltre i pascoli sopra Malga Salina immediatamente dopo un traversone, mentre per raggiungere il secondo bisogna proseguire oltre il primo lago su traccia di sentiero poco marcato superando un salto erboso percorso da una cascatella. Il lago non è facilmente visibile in quanto si annida in una conca sassosa.

Entrambi i laghi sono incassati in avvallamenti e si prestano poco per specchiate fotografiche di effetto. Ad un primo approcio la valle sembra piuttosto stretta e poco panoramica, ma basta salire sui suoi versanti e superare la vista del Monte Pagano per ampliare l'orizzonte dalla Valtellina alla media Valle Camonica.

Back to Top